Come fidelizzare gli ospiti dopo la vacanza

Come fidelizzare gli ospiti dopo l’estate

Le valigie sono state ormai messe via da un po’, le foto postate sui social e mostrate agli amici e i souvenir magari stanno già prendendo la polvere in qualche angolo della casa. L’estate certo è finita per quelle persone che hanno avuto la possibilità di trascorrere periodi brevi o lunghi lontano da casa, ma non per le strutture ricettive che hanno accolto i loro ospiti durante i mesi scorsi. Questo è infatti per loro il momento miglioreper mantenere un contatto con i clienti e fidelizzarli in modo tale da portarli a tornare l’estate successiva o in un altro periodo dell’anno.

Come rimanere in contatto con i propri ospiti?

Alcune strutture iniziano questo processo fin dal momento della partenza degli ospiti donando loro un piccolo presente che possa ricordare a questi, una volta giunti a casa, la vacanza appena trascorsa.
Nelle località di montagna per fidelizzare un cliente basta poco, si può trattare infatti magari di un infuso alle erbe che nelle fredde serate invernali risveglia il ricordo dei colori della natura e del calore del sole sulla pelle.

Ed il web cosa offre?

Il web si propone come un’ottimo strumento per assistervi in questa delicata fase. Potete alimentare la relazione. Ma come? Cogliete l’attimo chiedendo a vostri ospiti di lasciare una recensione “a caldo” o di postare delle immagini o video ricordandovi di sfruttare, oltre a questi feedback, anche gli indirizzi email raccolti, utili per l’invio della newsletter.

Newsletter? Ottimo strumento ma bisogna usarlo bene!

La parola d’ordine è far sentire importante e coccolato il cliente. L’arrivo della vostra newsletter non deve essere avvertito come un’ “invasione” di campo, non bombardate quindi i vostri clienti di messaggi, otterrete l’effetto opposto a quello desiderato e la vostra email verrà cestinata senza nemmeno essere stata aperta.

1. Raccontarsi per emozionare ed accendere il ricordo

Fate in modo invece che l’arrivo di un vostro messaggio sia un evento atteso, come la lettera di un amico che si ha piacere di sentire ogni tanto. All’interno il cliente dovrà trovare foto e storie di una narrazione che non si conclude mai. Un evento eccezionale (la prima nevicata, l’albero di Natale addobbato, i primi segni della primavera, la vendemmia) oppure una foto particolare (l’alba nel giorno più corto dell’anno, la tavola imbandita per Natale, il paesaggio che cambia con le stagioni, il mare in una giornata di tempesta). Scrivete ciò che provate nel vivere questi momenti. Fate emergere le vostre emozioni, insomma raccontatevi.
Il tutto deve apparire come una vostra confidenza nell’intimità di una comunicazione che accende il ricordo e la nostalgia.

2. Piccole attenzioni

Inoltre attraverso la email il cliente avrà la sensazione di sentirsi privilegiato nell’avere attenzioni particolari come ad esempio gli auguri personali nel giorno del compleanno o in prossimità delle Feste Natalizie o della Pasqua.

3. Offrire privilegi particolari

Per invogliare i vostri clienti a tornare potete oltre a inviare il listino della stagione estiva futura, appena disponibile, proporre durante l’anno sconti particolari in periodi con minore afflusso turistico, ma che magari offrono nella zona eventi particolari e unici.

Fidelizzare i vostri clienti è essenziale per poter stare a galla in un mercato ricco come quello turistico dove per emergere è importante fare la differenza. Certo sono i servizi che rendono interessante una struttura, ma il contatto umano è in primis la base su cui poggia questo tipo di attività.

Come fidelizzare gli ospiti dopo l’estate ultima modifica: 2016-10-28T17:26:04+00:00 da Caterina Ferrruzzi
Come fidelizzare gli ospiti dopo l’estate ultima modifica: 2016-10-28T17:26:04+00:00 da Caterina Ferrruzzi
Condividi su:
Facebooktwittergoogle_pluslinkedin

Lascia un commento